Cifre del giorno – domenica 2 agosto

10.25  
È l’ora su cui sono ferme le lancette dell’orologio della stazione di Bologna dal 2 agosto del 1980, quando l’esplosione di una bomba nella sala d’aspetto di seconda classe uccise 85 persone. Per la strage sono stati condannati all’ergastolo due neofascisti, Valerio Fiorvaanti e Francesca Mambro (oggi in libertà) e a 30 anni l’altro neofascista Luigi Ciavardini. Tutti e tre negano, pur avendo ammesso innumerevoli altri atti criminali. Mambro e Fioravanti dovrebbero 2 miliardi e 134 mila euro allo stato italiano come risarcimento, ma non sono (ovviamente) in grado di pagare. Nessun altro, al di là degli esecutori della strage, è stato condannato per la bomba alla stazione di Bologna, l’episodio più grave della strategia della tensione, che insanguinò l’Italia negli anni ottanta.

Un mistero irrisolto


20’000
 

il leopardo della neve campeggia sull’Empire State Building
 

Lumen: è la potenza dei 40 proiettori che hanno illuminato l’Empire State Building ieri sera  con le immagini degli animali minacciati di estinzione del progetto di Threlkel e Psihoyos (regista del documentario The Cove – Take part – , che ha vinto l’Oscar e che racconta la strage dei delfini). Il regista la definisce un’arca di Noè moderna, composta dal leopardo delle nevi, dal leone dorato e da decine di altri animali. I 33 piani del grattacielo più famoso del mondo sono stati illuminati per tre ore con questa spettacolare successione di immagini. Il costo di questa produzione è di un milione di dollari ed è stata in gran parte finanziata dalla fondazione creata dal milionario di Hong Kong Li Ka-Shing.
Luci della città 


30 agosto
È la data entro la quale il governo di estrema destra ungherese vuole terminare il lavori per il muro lungo la frontiera con la Serbia. Secondo il premier Orban da gennaio 2015 sono entrati in Ungheria 100’000 profughi. Da quando è stata annunciata la costruzione del muro le entrateci richiedenti l’asilo in Ungheria sono aumentate fino a 1500 al giorno. Nel 2014 le autorità ungheresi parlano di 43 mila rifugiati entrati nel paese contro 2000 nel 2012. A popolazione straniera in Ungheria rappresenta l’1.5% della popolazione, anch per è la grande maggioranza dei profughi che arriva in Ungheria continua il proprio cammino verso Austria o Germania.
Le cifre (false) della propaganda di Orban 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...